24 February 2006

Amari

La fatica nel decidere una colonna sonora che meglio rappresenti il mio viaggio di questo febbraio agli sgoccioli... dovevano essere gli Amari, e' chiaro, ma quale canzone, quale frase, era piu' complicato... "posso nascondermi dietro l’alone di una generazione che le rivoluzioni le pensa sul divano", "niente da perdere, qui nel club di chi ammira il cielo", " c’è sempre qualcuno che dorme accanto a me", o chissa'... sara' che spesso non si capisce granche' di cio' che cantano al di la' di brevi sprazzi, sara' che la natura minimalista delle loro belle canzoni poco si adatta a piccoli o grandi proclami... sara' per quello che li ascolto nel corso di questa campagna elettorale permanente alla quale proprio non riesco ad appassionarmi!? Ma... a ripensarci, pero', e' senz'altro questa, con la sua "sensazione di avere viaggiato troppo..." perche' come scrisse qualcuno, "il mattia che ricordo prende e va. ma forse ha preso ed é andato troppe volte,concedendosi poco fuoco." Sara'...
Post a Comment