27 January 2004

In volo tra Los Angeles e Honolulu (trionfo del kitsch traveling!).
11:00 HST... no, non Hubble Space Telescope, che Georgie ha appena
condannato ad una morte prematura con i suoi tagli annunciati ADESSO,
promettendo soldi che (forse) cominceranno ad arrivare TRA 5 ANNI per
mandare qualche moderno sommozzatore in giro per lo spazio TRA ALMENO 15!
No, no, HST qui deve stare per qualcosa tipo Hawaiian Standard Time,
comunque sia e' -11 ore rispetto all'Italia, quindi il Sacro Graal del viaggiatore
statistico, le 12 ore di differenza rispetto ad una qualche "casa", mi sfugge
ahime' ancora una volta!

Ma il succo di questo post e' un altro, e cioe':

Udite, udite!

Dopo attenta lettura dell'ultimo numero del mai cosi' enfatico MacWorld
ho finalmente deciso (o quasi, che' si sa come sono quando si tratta di
decisioni irrilevanti!:-), come si suol dire in "certi" malfamati ambienti,
di "scendere in campo" e comprarmi un "gingillo" con la mela sopra!
Purtroppo tale decisione capita in un momento in un certo senso poco
propizio, dovendo io aspettare, se ho capito bene, fino al primo febbraio
per azzerare il bilancio mensile della carta di credito e poter cosi'
ordinarlo on-line senza rischi di restarmene poi a Pasadena a lavare i
piatti per pagare il conto dell'albergo! Quindi ci saranno ancora lunghi
giorni (e soprattutto notti, se e' vero che sono assegnato al turno
1:30-6:30am!) di indecisioni e ripensamenti, ma "sento" che e' il momento
giusto. A fare la differenza dev'essere stata la confidenza con la quale
l'altro giorno Jason, uno dei miei colleghi di Pasadena, simpatico capellone
che come pedigree ha un dottorato alle Hawaii:-), si muoveva magicamente
per gli uffici mostrandomi questo e quello sullo schermo del suo PowerBook,
il tutto fin troppo wireless grazie al solito istituto americano dove le
cose "funzionano", e dove come contrappasso si scocciano un po' se chiedi
di collegarti col tuo portatile ad una buona vecchia "presa di rete":!

Ma non divaghiamo! Certo, un po' rimpiangero' il tardo pomeriggio che si
fa sera e poi piena notte cercando su Google un modo per collegare un
qualche aggeggio USB 2.0 sotto linux, o il testualmente romantico wvdial
per collegarmi ad internet. Forse mi capitera' addirittura di guardare con
un po' di nostalgia alla "tenera" ansia nel non allontanarsi troppo dal
portatile perche' si sa che si pianta tutte le volte che lo schermo,
"intelligentemente", si spegne per risparmiare energia! E certo, magari
l'ultima versione di un qualche inprescindibile divx player per linux
non si compilera' mai e poi mai... ma forse sara' giusta ricompensa
liberarsi dalla pop up di windows update che salta fuori per l'ennesima
volta a chiederti di installare LA STESSA IDENTICA PATCH per Internet
Explorer! Certo, restera' sempre lo scazzo di chiedersi in ogni momento
non se si ha chiuso il gas ma se quel dato file *.doc verra' letto
correttamente dalla data persona con la data versione di office, ma ehi,
niente e' perfetto!:-)

Bene, ora passo a cosa piu' proficue, tipo il manuale da 50 pagine del
telescopio cui sono diretto! Ma prima mi attende l'inquietante pollo che
mi sta di fianco ormai da una decina di minuti...
God Bless Airline Catering!:-)
Post a Comment